FAQ - Concorso a Cattedre 2016

◆ Dove posso scaricare i bandi dei concorsi e sapere se ci sono posti per la mia classe di concorso?

Ecco i 3 bandi dove è possibile trovare anche tutte le classi di concorso e i posti per ciascuna:

Potranno partecipare solo gli abilitati all’insegnamento al concorso?

Sì esatto. Si può inoltre partecipare per Infanzia e Primaria se si possiede un Diploma di Scuola Magistrale ante 2001/02 o Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

Quando scadranno le iscrizioni?

Si potrà inoltrare la domanda a partire dalle ore 8.00 di lunedì 29 febbraio e fino alle ore 14.00 del 30 marzo 2016. 

Come si procede all’iscrizione?

La domanda di partecipazione avviene solo online, tramite IstanzeOnline 

Per assistenza ecco il numero telefonico del MIUR, disponibile dal 29 febbraio al 30 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00: Tel: 080 9267603

Per la partecipazione al concorso è necessario aver pagato una tassa di 10€ per ciascun concorso.

Quali dati dovranno essere inseriti nella domanda?

  • regione e insegnamenti richiesti;
  • titoli di accesso (abilitazione e/o abilitazione e specializzazione in caso di sostegno);
  • altri titoli valutabili in aggiunta al titolo di accesso;
  • titoli di preferenza (art. 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487);
  • titoli di riserva;
  • altre dichiarazioni.
  • Lingua straniera scelta (Inglese per la Primaria)

In quale regione posso fare il concorso?

La residenza non influenza la regione prescelta in cui sostenere il concorso. I docenti sono liberi di scegliere qualsiasi regione Italiana.

Quando si terranno le prove?

Dovrebbero tenersi nella seconda metà di aprile, si attende la data esatta.

Per quali classi di concorso sarà aperto il concorso?

Oltre ovviamente a Infanzia e Primaria, per la Secondaria sarà aperto per le seguenti (nuove) classi di concorso. Concorso a Cattedre - Classi di concorso partecipanti 2016

Quanti posti saranno messi a concorso?

La suddivisione dei posti: i posti sono 63.712, di cui 6.101 per i sostegno, 17.299 per la scuola primaria e 6.933 della scuola dell'infanzia.

In cosa consistono le prove?

Non è prevista la prova preselettiva per nessuno degli ordini e gradi di scuola.

La prova scritta sarà "computer based", quindi tramite software on-line. La durate è 150 minuti per 8 quesiti sulle avvertenze generali ed eventualmente sui contenuti disciplinari.

Per il sostegno, gli 8 quesiti, 6 a risposta aperta, saranno inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di sostegno, nonché finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all'inclusione scolastica degli alunni disabili.

Sia per i posti curriculari che di sostegno, degli otto quesiti, 2 saranno in lingua straniera, al fine dell'accertamento delle competenze al livello B2. Le lingue che potranno essere scelte sono: francese, inglese, spagnolo e tedesco. Per quanto riguarda la scuola primaria, è obbligatoria la lingua inglese. 

Le domande di lingua saranno 2 a risposta chiusa, di comprensione del testo, ciascuna con circa 5 domande a risposta chiusa.

Per quanto riguarda la prova pratica a carattere laboratoriale, essa verterà sugli stessi programmi della classe di concorso. 

La prova orale ha durata di 45 minuti (35 minuti di lezione simulata, preceduta da un'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche, 10 minuti di interlocuzioni con il candidato, da parte della commissione sui contenuti della lezione e anche sui fini dell'accertamento della conoscenza della lingua straniera). La prova orale ha ad oggetto i contenuti disciplinari di insegnamento e la capacità di trasmissione e progettazione didattica, anche con riferimento alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione e ad eventuali BES e DSA. Anche la prova orale dovrà valutare la padronanza linguistica di livello B2 in base alla lingua scelta.

Per il sostegno, la prova orale valuterà le competenze del candidato nelle attività di sostegno all'alunno con disabilità volte all'apprendimento della lezione curricolare, nonché la relativa capacità di trasmissione e di progettazione didattica con riferimento alle diverse tipologie di sostegno, anche mediante l'impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le scuole. Anche per il sostegno, l'orale dovrà testare le competenze in lingua straniera.


   ►► FAQ - CORSI ON-LINE DI PREPARAZIONE AL CONCORSO


Quale sarà il programma delle prove?

Il requisiti dei candidati verificati nelle prove sono i seguenti:

1.  Sicuro dominio dei contenuti dei campi di esperienza e delle discipline di insegnamento e dei loro fondamenti epistemologici, al fine di realizzare una efficace mediazione metodologico didattica, impostare e seguire una coerente organizzazione del lavoro, adottare opportuni strumenti di verifica dell'apprendimento e per la valutazione degli alunni nonché di idonee strategie per il miglioramento continuo dei percorsi messi in atto.
2.  Conoscenza dei fondamenti della psicologia dello sviluppo, della psicologia dell'apprendimento scolastico e della psicologia dell'educazione.
3.  Conoscenze pedagogico didattiche e competenze sociali finalizzate all'attivazione di una positiva relazione educativa e alla promozione di apprendimenti significativi e in contesti interattivi, in stretto coordinamento con gli altri docenti che operano nella classe, nella sezione, nel plesso scolastico e con l'intera comunità professionale della scuola.
4.  Capacità di progettazione curriculare della disciplina.
5.  Conoscenza dei modi e degli strumenti idonei all'attuazione di una didattica individualizzata e personalizzata, coerente con i bisogni formativi dei singoli alunni, con particolare attenzione all'obiettivo dell'inclusione degli alunni con disabilità e ai bisogni educativi speciali
6.  Conoscenze nel campo dei media per la didattica e degli strumenti interattivi per la gestione della classe.
7.  Conoscenza delle problematiche legate alla continuità didattica e all'orientamento.
8.  Conoscenza dei principi dei l'autovalutazione di istituto, con particolare riguardo all'area del miglioramento del sistema scolastico.
9.  Conoscenza approfondita delle Indicazioni nazionali vigenti per la scuola dell'infanzia e del primo ciclo, delle Indicazioni nazionali per i licei e delle Linee guida per gli istituti tecnici e professionali, anche in relazione al ruolo formativo attribuito ai singoli insegnamenti.

10.  Conoscenza della legislazione e della normativa scolastica, con particolare riguardo a:
  a) Costituzione italiana;
  b) Legge 107/2015;
  c) autonomia scolastica e organizzazione del sistema educativo di istruzione e formazione (con riferimento, in particolare, al dPR 275/1999, al d. lgs 15 aprile 2005, n. 76, al d. m. 22 agosto 2007, n. 139);
  d) ordinamenti didattici: norme generali comuni e, relativamente alle procedure concorsuali, al relativo grado di istruzione (L. 107/2015, dPR 89/2009, dPR 87/2010, dPR 88/2010 e dPR 89/2010, dPR 122/2009);
  e) governance delle istituzioni scolastiche (Testo Unico, Titolo I capo I);
  f)  stato giuridico del docente, contratto di lavoro, disciplina del periodo di formazione e di prova;
  g) compiti e finalità degli organi tecnici di supporto: l'Invalsi e l'indire;
  h) il sistema nazionale di valutazione (dPR 80/2013);
  i)  normativa specifica per l'inclusione degli alunni disabili, con disturbi specifici di apprendimento e con bisogni educativi speciali;
  j)  Linee guida nazionali per l'orientamento permanente (nota MIUR prot. a. 4232 del 19.02.2014);
  k) Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri (nota MIUR prot. n. 4233 del 19.02.2014);
  l)  Linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati (nota MIUR prot. n. 7443 del 18.12.2014);
  m) Linee di orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo (nota MIUR prot. n. 2519 del 15.04.2015)

11.  Conoscenza dei seguenti documenti europei in materia educativa recepiti dall'ordinamento italiano:
  a) Quadro Europeo delle Qualifiche per l'apprendimento permanente e relative definizioni di competenza, capacità e conoscenza (raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 23 aprile 2008);
  b) Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio 18 dicembre 2006 relativa a competenze chiave per l'apprendimento permanente;
  c) Programmi di scambi/mobilità di docenti e studenti: programma Erasmus+

12.  Al fine di verificare la comprensione di una lingua straniera comunitaria (inglese per la scuola primaria), si rinvia all'art. 5, comma 3 del Decreto

13.  Competenze digitali inerenti all' uso e le potenzialità delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell'apprendimento, anche con riferimento al Piano Nazionale Scuola Digitale.

 GUARDA I PROGRAMMI PER CLASSE DI CONCORSO

 

 Quali titoli saranno valutati?

La valutazione complessiva dei titoli non può eccedere i 20 punti

La tabella A è divisa in quattro tipologie di punteggio: A) Punteggio per titolo di accesso alla procedura concorsuale; B) Punteggio per titoli professionali, culturali e di servizio ulteriori al titolo di accesso; C) Pubblicazioni; D) Titoli di servizio.

GUARDA I TITOLI E I PUNTEGGI

 PREPARATI AL CONCORSO A CATTEDRE Concorsoacattedre - Concorso Scuola - Concorso Docenti SCEGLI IL TUO CORSO ON-LINE!